Politica sui cookie

Vertenza per il rilancio delle ex Provincie, la posizione dell’UGL FNA

incontro-regione-sindacati-su-ex-province

Nel pomeriggio di mercoledì 5 giugno, si è svolta una riunione sindacale tra gli Assessori Regionali Bernadette Grasso e Gaetano Armao e UGL, CISAL e CGIL- CISL – UIL.
Presenti per l’UGL i sindacalisti Marcello Ficile della FNA di Palermo e Biagio  Tummino della FNA di Ragusa.
Il Governo Regionale ha dichiarato che non intende mandare in dissesto le nove Provincie Siciliane ed a tal uopo ha distribuito ed illustrato alle OO.SS. un emendamento (A.C. 1807) che è stato già approvato in Commissione Bilancio a Roma e che andrà in votazione alla Camera dei Deputati la prossima settimana, dove sarà presentato da due relatori della maggioranza (Lega e 5 Stelle) che l’hanno già fatto proprio.
L’emendamento è stato scritto a Palermo in una riunione tenutasi tra l’ Assessore Reg.le alle Autonomie Locali Bernadette Grasso, l’Assessore Reg.le all’Economia Gaetano Armao ed i nove Ragionieri Generali delle Provincie Siciliane.
Nell’emendamento è previsto che le Provincie potranno redarre il Bilancio dell’anno 2019 previo un finanziamento complessivo di 100 milioni di Euro ed è prevista una deroga in materia di contabilità pubblica per i bilanci precedenti.
La Corte dei Conti si è impegnata formalmente a non fare Osservazioni a questi bilanci 2019 ed a queste deroghe almeno fino al 31/12/2019.
I soldi una volta trasferiti dallo Stato nelle casse regionali saranno distribuiti alle Provincie con l’approvazione del Collegato alla Finanziaria Regionale, secondo un piano di riparto in via di definizione che tenga conto delle esigenze di ogni singola amministrazione provinciale.
Inoltre saranno distribuiti entro la prossima estate circa 520 milioni provenienti dallo Stato destinati agli investimenti.
Alla luce delle rassicurazioni fornite oggi all’UGL ed alle altre OO.SS. poiché si ritiene che nessun danno debbano subire i dipendenti che riceveranno gli emolumenti regolarmente nell’anno in corso, poiché non sembra sia il momento di sterili polemiche, tutti i sindacalisti presenti hanno apprezzato le azioni messe in campo dal governo Musumeci e conclusa la riunione sindacale si è rimasti d’accordo di essere convocati prossimamente per altre iniziative governative in cantiere atte a scongiurare il dissesto dei L.C.C. e delle Città Metropolitane.
L’UGL non apprezza affatto che le ex Provincie siano ridotte oggi a “stipendifici”, avendo questi Enti importanti compiti istituzionali da espletare e territori e popolazioni da tutelare che stanno soffrendo da troppo tempo per la stasi di questi importanti e storici Enti Locali e pertanto pur apprezzando le iniziative degli Assessori della Giunta Regionale rimane vigile ed attenta affinché si possano superare le attuali emergenze provocate dall’ era Crocetta e poter finalmente ritornare ad una normale gestione ordinaria.

Questo è quanto riportato in una nota diramata dalla Segreteria regionale dell’UGL FNA.