Politica sui cookie

Riscossione Sicilia: sindacati sollecitano insediamento del nuovo cda

logo_riscossione_siciliaLe segreterie regionali e il coordinamento aziendale di Fisac Cgil, Falcri, Silcea Sinfub/Snalec e Ugl Credito tornano a sollecitare al Governo regionale “l’avvio di tutte le iniziative utili a velocizzare l’insediamento del nuovo cda di Riscossione Sicilia, a partire dalla convocazione dell’Assemblea dei soci”. “Dopo il parere favorevole della Commissione affari istituzionali – scrivono i sindacati in una nota inviata al Presidente della Regione, all’assessore all’Economia, al presidente della II commissione dell’Ars e ai presidenti di tutti i gruppi parlamentari – non ci sono piu’ giustificazioni per ritardare l’insediamento della guida stabile in una delle piu’ importanti partecipate regionali”. I sindacati sottolineano che “la presenza di un consiglio nel pieno delle sue funzioni e’ necessaria per affrontare tutti i gravissimi problemi che assillano la riscossione siciliana, vittima della immobilita’ della politica”. “Riscossione Sicilia – aggiungono – e’ senza cda da oltre sei mesi, e questo ha determinato la mancata stipula del contratto nazionale di categoria, scaduto da 10 anni, e uno stallo gestionale che danneggia funzionalita’ aziendale e lavoratori”. I sindacati concludono chiedendo che “il socio Regione affidi al nuovo cda il compito di rispettare la legge vigente e quindi di preparare le condizioni per il passaggio di funzioni e di personale all’Ente nazionale di riscossione e che si avvii il ricambio dei vertici aziendali e una opportuna verifica delle situazioni gia’ segnalate dai sindacati”