Politica sui cookie

Regione. Messina (Ugl), scandaloso atteggiamento governo per erogazione servizi sociosanitari

MESSINAE’ scandaloso l’atteggiamento del Governo regionale sulla delicata materia dell’erogazione dei servizi sociosanitari nella Regione siciliana che ad oggi restano al palo.

A dichiararlo Giuseppe Messina, Responsabile Ugl Sicilia a margine della presentazione in Commissione Sanità all’Ars del ‘Piano delle Azioni e dei Servizi Sociosanitari e del Sistema Unico di accreditamento dei soggetti che erogano prestazioni sociosanitarie’ per il parere previsto di merito, al quale ha partecipato il dirigente regionale Maurizio Calivà.

E’ inconcepibile che soggetti affetti da disabilità – aggiunge il sindacalista – debbano attendere chissà quanti altri mesi ancora per ottenere il fondo previsto dall’articolo 29 della legge  regionale n.5 del 19 maggio 2005, il governo metta da parte tutte le beghe politiche e gli interessi elettorali e si attivi per sbloccare le risorse in favore degli aventi diritto che non possono pagare i ritardi non più giustificabili, come nel caso eclatante del Fisico nucleare Fulvio Frisone, costretto a scrivere al Presidente della Repubblica Mattarella, impossibilitato ad esercitare la sua attività professionale per mancanza di fondi.

Aver redatto il piano regionale – conclude Messina – è il primo passo seppur tardivo e insufficiente, verso una auspicata normalizzazione dell’assistenza integrata indispensabile a soddisfare i bisogni di salute della persona che richiedono, come previsto dall’articolo 3 septies del decreto legislativo n.502/92 come modificato dal decreto legislativo n.229/99 e successivi, unitariamente prestazioni sanitarie e azioni di protezione sociale in grado di garantire, anche nel lungo periodo, la continuità tra le azioni di cura e quelle di riabilitazione.