Politica sui cookie

Recovery: sindacati chiedono a Regione Siciliana tavolo politiche di genere

regione-siciliana

Un tavolo permanente per le politiche di  genere come sede di confronto e monitoraggio delle azioni  programmabili nell’ambito delle sei missioni del Pnrr. A chiederlo  alla Regione Siciliana sono la Consigliera regionale di parita’ e  le rappresentanze donne di Cgil, Cisl, Uil e Ugl Sicilia. Primo  obiettivo il superamento del  gap occupazionale delle donne  seguendo un percorso che deve vedere in primo luogo “colmate le  criticita’ oggi presenti anche rispetto alla lettura di genere”.  Nella nota inviata ai Presidenti della Regione e dell’Ars, agli  assessori e presidenti di commissione parlamentare a firma   Margerita Ferro, Elvira Morana, Rosanna La Placa, Vilma Costa e  Fina Maltese si rileva la necessita’ di adeguata rilevazione,  elaborazione e diffusione dei dati statistici di genere sia  rispetto alle attivita’ della regione che al Pnrr. Inoltre che  “tutte le azioni del governo vengano permeate dagli obiettivi  trasversali del Pnrr per un effettivo riequilibrio occupazionale”.
Al governo regionale vengono anche chiesti un piano per le pari  opportunita’ con percorsi procedurali e di verifica definiti da  organismi di controllo efficaci” e “un approccio di genere nella  pianificazione delle risorse”, per una programmazione  dell’infrastrutturazione sociale volta al potenziamento dei  servizi pubblici necessari per la condivisione dei tempi di vita e  di lavoro. Altri temi sollevati nel documento sono quelli della  medicina territoriale e di genere e dei servizi per la prima  infanzia. A monte di questa deve stare per le promotrici  dell’iniziativa “un’inedita metodologia di confronto regionale  “puntando a tracciare un’agenda di genere che metta al centro i  bisogni e le competenze delle donne per favorire la partecipazione  attiva  in tutti i processi di sviluppo sostenibile”.