Politica sui cookie

L’Ugl incontra il Dirigente generale dell’agricoltura, Cartabellotta

 

15578813_1717544301894318_8225836840648817593_nSi è discusso in un incontro tematico  di forestali, dipendenti Ente di Sviluppo Agricolo e Consorzi di Bonifica con il dirigente generale dell’agricoltura, Dario Cartabellotta.

Presente, in delegazione il Responsabile regionale Ugl, Giuseppe Messina, il Segretario regionale sindacato Agricoli, Forestali e Pesca Sicilia, Franco Arena, il Segretario dei forestali di Palermo, Giovan Battista Fricano, il Coordinatore dei forestali di Enna Valentino Balbo, il Coordinatore del Consorzio di Bonifica Agrigento 3, Calogero Narcisi, il Coordinatore regionale Enti vigilati, Gaetano Cassibba, il dirigente Ugl Consorzio di Bonifica Agrigento Giovanni Pagano, Vito Arena e Aldo Morreale Dirigenti Ugl Forestali Ragusa.

La delegazione dell’ Ugl ha ricevuto dal dottore Cartabellotta rassicurazioni circa il pagamenti entro la fine del mese delle mensilità pregresse relative ai mesi di ottobre e novembre in favore di tutti i lavoratori dei comparti Forestali, Esa e Consorzio di Bonifica dell’Isola.

Per il problema del chilometraggi, oltre i 20 chilometri e arretrati del 2015 è stato specificano che la  questione è regolamentata dall’art. 54 del contratto collettivo nazionale di lavoro e dall’art. 16 del contratto regionale. È stato rilevato al dirigente generale che chi percorrere ogni giorno chilometri e chilometri di strade dissestate sostiene un consumo alto di carburante e un costo non indifferente per la manutenzione dei mezzi personali.

Il dottore Cartabellotta ha assunto l’impegno di ci è stato comunicato verificare la questione sottoposta dalla delegazione sindacale al fine di evitare contenziosi con i lavoratori.

Altro tema spinoso affrontato il danno creato a tutti i lavoratori Forestali che nell’anno 2015 non sono riusciti a completare le giornate di garanzia occupazionale.

Su questa delicata questione la delegazione dell’Uso ha ottenuto dall’Amministrazione Attiva l’impegno di avviare con qualche settimana di anticipo il prossimo anno i lavoratori Forestali stagionali delle fasce di garanzia centocinquantunisti e centounisti.

È stato sollecitato il rinnovo del CIRL, causa ad avviso del sindacato di migliaia di contenziosi.

La delegazione dell’ Ugl ha anche chiesto di riaprire il confronto sui contenuti del disegno di legge di riordino del settore Forestale che presenta criticità come la soppressione dell’Ente Sviluppo Agricolo. Operazione politica che registra il  secco no dell’ Ugl che ritiene ancora strategico il ruolo istituzionale dell’Esa che va, semmai, riorganizzato, potenziato e rilanciato.