Politica sui cookie

FORMAZIONE PROFESSIONALE IN SICILIA, UGL: “SIAMO PERPLESSI E PREOCCUPATI PER L’AVVIO DELLE ATTIVITA’ FORMATIVE”

foto mascolo messina

“Siamo perplessi e preoccupati per le sorti dei lavoratori della formazione professionale. Dall’incontro di ieri con l’Assessore Marziano e con il Dirigente Generale Silvia è emerso che i tempi per l’avvio delle attività formative in Sicilia potrebbero allungarsi”.

A dichiararlo congiuntamente Giuseppe Mascolo, Segretario Generale dell’Ugl Scuola  e Giuseppe Messina, Responsabile regionale dell’Ugl Sicilia.

“Gli effetti del ricorso al Tribunale regionale amministrativo da parte di un ente di formazione non tarderanno ad arrivare – aggiungono i sindacalisti – e l’Avviso 3 potrebbe nei prossimi giorni essere ritirato. Eppure proprio l’assessore Marziano aveva rassicurato nei giorni scorsi i lavoratori anticipando che stava lavorando ad una soluzione”.

“Dall’incontro di ieri – sostengono Mascolo e Messina – è emersa la solita confusione nella gestione del comparto da parte dell’assessore alla Formazione professionale di turno, anche nella gestione delle riunioni”.

“Com’è possibile- chiedono gli esponenti dell’Ugl – che non siamo stati messi nelle condizioni di incontrare contestualmente l’assessore alla Formazione professionale ed il collega alla delega del Lavoro, Gianluca Miccichè? Riunione con gli enti formativi prima e quella con le organizzazioni sindacali dopo – precisano – che si sono accavallate con un ritardo di oltre un’ora e mezza che hanno prodotto l’unico risultato di vedere l’assessore Miccichè attendere per circa un’ora e poi allontanarsi per rientrare in assessorato alla famiglia per altri impegni istituzionali”.

Il sindacato chiarisce che: “All’assessore Miccichè abbiamo chiesto ieri, durante la snervante ed inutile attesa, di accelerare la convocazione delle organizzazioni sindacali per la discussione e sottoscrizione dell’Accordo quadro regionale sull’accesso agli ammortizzatori sociali, strumento indispensabile per salvaguardare migliaia di lavoratori sospesi  a vario titolo di svariati settori dell’economia siciliana, e fra questi ci sono migliaia di dipendenti della Formazione professionale, per aprire un confronto con il Governo nazionale, ricevendone assicurazioni”.

Alla delegazione dell’Ugl presenti, oltre al Reggente dell’Ugl regionale anche Anna Maria Magro, responsabile della Formazione professionale nell’Isola dell’Ugl Scuola ed Ernesto Lo Verso, alla guida della Federazione delle Autonomie locali dell’Ugl in Sicilia.