Politica sui cookie

Formazione professionale Sicilia, Condorelli (Ugl): “Firmato il contratto collettivo regionale di lavoro, ottenuto adeguamento economico”

b074378b-9d40-4c5c-bbfb-0b20bb30eaa2

Sottoscritto a Roma tra le Confederazioni Ugl e Federterziario il contratto collettivo regionale di lavoro per la Regione Sicilia per il settore della Formazione professionale, così come previsto dall’articolo 2.1 del ccnl Scuola Federterziario/Ugl.

“Il contratto regionale, a conclusione di un complesso lavoro di confronto e condivisione sul territorio, sarà applicato nella Regione siciliana, in questa prima fase fino al 31/08/2020, dando così il via libera alla contrattazione territoriale ed aziendale”.

Lo dichiara il segretario confederale dell’Ugl, Giovanni Condorelli, il quale insieme al segretario Ugl Sicilia, Giuseppe Messina, alla reggente regionale  Ugl Scuola Ugl Scuola, Giusy Fiumanò, e a una delegazione di Federterziario Nazionale, Scuola e Sicilia, guidata dal direttore Alessandro Franco, ha sottoscritto oggi il contratto regionale del settore della Formazione professionale.

“Tra le novità da segnalare, – spiega il sindacalista – il ruolo strategico e determinante svolto dall’ente bilaterale con l’obiettivo di migliorare sia il sistema della formazione professionale siciliana sia le condizioni di lavoro degli addetti. Tra le finalità, l’erogazione di un’indennità proporzionata alla retribuzione nei casi di sospensione delle attività formative. Altra innovazione, un sistema premiante con indennità aggiuntive, in favore dei lavoratori impegnati nelle istituzioni formative caratterizzate da particolari complessità organizzative. Adeguata anche la tabella economica ferma ormai ad oltre 7 anni”.

“Gli strumenti introdotti – conclude Condorelli – valorizzano gli operatori della Formazione professionale e accorciano le distanze tra le esigenze degli enti formativi e le istituzioni pubbliche”.