Politica sui cookie

Ex Fiat. Ugl, con Turano prosegue impegno per soluzione vertenza Termini. Nessun deve restare indietro

cof

“Anche di sabato e in uno spazio all’aperto presso un’area di servizio per parlare di tutele e difesa del lavoro in un momento drammatico per la Sicilia.
Con l’assessore regionale delle Attività produttive, Mimmo Turano, si è parlato delle tante, troppe, vertenze legate al futuro dei lavoratori, in particolar modo dell’indotto ex Fiat di Termini Imerese. Un confronto costruttivo per preparare al meglio le possibili soluzioni.
La Mission per rilanciare l’area di crisi compressa di Termini Imerese è che “Nessuno deve restare indietro”. È su questo assunto il governo regionale è già al lavoro, avendo raccolto le sollecitazioni dell’Ugl. La vertenza occupazione non ammette disparità di trattamento tra lavoratori. L’Assessore Turano ha fornito rassicurazioni e attenzione massima sia per la trattativa al tavolo nazionale presso il Mise che per il livello regionale. Restiamo fiduciosi per il confronto istituzionale che resta aperto e costante con l’Ugl ed auspichiamo che il governo guidato dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, anche per questa pluridecennale vertenza, saprà distinguersi per aver dato una soluzione percorribile per il ricollocamento occupazionale dei lavoratori dell’indotto ex Fiat”.
Così commenta Giuseppe Messina, Segretario Ugl Sicilia, a margine dell’incontro con l’assessore regionale delle Attività produttive, Mimmo Turano.