Politica sui cookie

Covid – 19. Denuncia dei sindacati, i lavoratori del trasporto aereo sguarniti dei dispositivi di protezione

trasporto-aereo

I lavoratori del Trasporto Aereo, a ranghi ridotti per effetto delle turnazioni messe in campo, sono rimasti regolarmente in servizio negli aeroporti siciliani, ed in particolare quelli di Palermo e Catania, per garantire i servizi minimi essenziali.

A loro va il nostro apprezzamento e ringraziamento. Ma non possiamo che denunciare, allo stesso tempo, che questi lavoratori continuano a operare in assenza dei dispositivi previsti per evitare la diffusione del contagio da Covid 19”.

Cosi la Fit Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl T.A. Sicilia con i segretari Gaetano Bonavia, Antonio Dei Bardi, Houda Sboui e Domenico De Cosimo, intervengono sulla sicurezza dei lavoratori del Trasporto aereo che continuano a garantire il servizio negli scali aeroportuali siciliani durante l’emergenza da Covid 19. “Si attendono da troppo tempo mascherine e guanti.

La sicurezza e la salute dei lavoratori e quella dei loro familiari, sono un bene primario e non possono essere messe a rischio. Chiediamo ad aziende e Istituzioni di adoperarsi per garantire la loro incolumità personale e quella delle loro famiglie”.

“I vertici delle aziende hanno finora predisposto informative e disposizioni sugli obblighi dei lavoratori e sulle misure che hanno l’obiettivo di ridurre costi aziendali, a fronte di minori introiti. Seppur condivisibile tale iniziativa è gravata solo ed esclusivamente sul costo del personale, quando la priorità reale che Governo, Associazioni datoriali e Sindacati si sono posti, rimane quella di salvaguardare i lavoratori con forniture di disinfettanti, guanti e mascherine”.

I segretari aggiungono “Rivolgiamo un appello alle Istituzioni, Prefetture e Protezione civile, a fare presto e consentire un canale di approvvigionamento prioritario date le difficoltà delle Aziende nel reperire guanti e mascherine”. “E’ grande lo sconforto, l’esasperazione dei lavoratori del Trasporto aereo che, privi di dispositivi di protezione individuale e contestualmente obbligati a effettuare un servizio di interesse pubblico e collettivo, sono consapevoli che tutto il comparto del Trasporto Aereo è e sarà gravemente penalizzato dall’emergenza pandemica in atto”.

La Fit Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl T.A. concludono “siamo impegnati col massimo sforzo a garantire il perseguimento dell’obiettivo condiviso da tutti i soggetti in campo, Governo e Associazioni datoriali e Sindacati firmatari del CCNL, di salvaguardia e tutela dell’occupazione e della continuità aziendale del Trasporto Aereo” concludono Bonavia, Dei Bardi, Sboui e De Cosimo.