Politica sui cookie

Referendum: Capone “ora si pensi al futuro dell’italia e al lavoro”

Foto-E-Zanini329

“Ora si pensi al futuro dell’Italia e al lavoro”. Questo l’invito del segretario generale dell’Ugl, Francesco Paolo Capone, il quale “con assoluta convinzione” ha  dato l’appoggio della sua sigla sindacale alla campagna  referendaria del Comitato Lavoratori per il No. “Con l’esito schiacciante del referendum, – sottolinea Capone – che ha  registrato un’affluenza superiore alle ultime campagne referendarie e all’ultimo voto politico, si deve aprire una fase nuova per l’Italia. Il voto ha indicato, non solo affezione verso  la costituzione e le istituzioni, ma anche  la necessita’ di un  cambiamento netto nelle politiche portate avanti fino ad oggi dal governo Renzi, comprese quelle relative all’economia, al lavoro e  alla produzione. Ma la lezione piu’ importante da imparare per  coloro che hanno perso – conclude Capone – e’ che le regole si scrivono tutti quanti insieme”.