Politica sui cookie

Manovra: iniziato confronto governo-sindacati , Capone “per rilancio piano opere pubbliche e riforma Fornero”

 

foto-cgil-cisl-uil-ugl

E’ iniziato a palazzo Chigi il confronto tra il premier, Giuseppe Conte, e i sindacati.

 Al centro del tavolo, a cui siedono i leader di Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Confsal, Cisal la manovra economica che da oggi è all’esame del Senato. All’incontro partecipano anche i sottosegretari al lavoro, Claudio Durigon e il sottosegretario al Mise Davide Crippa.

I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo presenteranno al premier un documento comune, critico nei confronti della legge di bilancio, e una serie di proposte per il rilancio dell’economia e degli investimento.

“Nel corso dell’incontro  con il Governo abbiamo ribadito l’importanza di una serie di misure per il rilancio degli investimenti e la ripresa delle opere pubbliche, con un ‘Piano Marshall’ anche per gli interventi minori come scuole e assetto idrogeologico. In tal senso, non si tratta semplicemente di stanziare risorse, ma occorre anche intervenire sui fattori di natura legale e burocratica che rallentano i lavori e per tale ragione apprezziamo il tentativo dell’esecutivo di rivedere il codice degli appalti”.

Lo ha ribadito Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, durante l’incontro tra Governo e sindacati a Palazzo Chigi, con il presidente del Consiglio Conte.

Per Capone “la priorita’ e’ comunque creare posti di lavoro agevolando il ricambio generazionale nel pubblico impiego e nel privato, con soluzioni idonee a favorire un pensionamento anticipato rispetto alla Riforma Fornero che ha irrigidito il mercato del lavoro a scapito, soprattutto, delle giovani generazioni”.