Politica sui cookie

LAVORO: CAPONE “INTRAPPOLATO IN UNA MORSA RECESSIVA”

 IMG_9975“Tra il Jobs Act, che ha cancellato importanti diritti e tutele, e i contratti che non vengono rinnovati alla scadenza in primis nello Stato, e’ il lavoro, piu’ che  l’inflazione, ad essere intrappolato almeno in Italia in una morsa  recessiva”. Lo sostiene il segretario generale dell’Ugl, Francesco  Paolo Capone, alla luce dei dati Eurostat secondo i quali la  retribuzione oraria in Italia nel primo trimestre 2016 diminuisce  dello 0,5% rispetto allo stesso periodo del 2015, mentre il

salario orario in Europa e’ aumentato dell’1,7% tendenziale. “Se  l’Italia e’ l’unico grande Paese a segnare un calo – aggiunge  Capone – non si possono individuare cause esterne a questo  pericoloso fenomeno. Non smetteremo mai di ripetere che oltre alla  riconquista di importanti diritti, di cui si fa carico senza  dubbio il sindacato, da parte del governo e’ ineludibile una seria  e urgente politica industriale”, conclude.