Politica sui cookie

Intervista al Segretario Confederale Ugl con delega alle politiche del Mezzogiorno, Giovanni Condorelli, in esclusiva per la testata “Ugl Sicilia Notizie”

CONDORELLIIntervista in esclusiva per la testata giornalistica “Ugl Sicilia Notizie”, al  Segretario Confederale Ugl con delega alle politiche del Mezzogiorno, Giovanni Condorelli. 

L’intervista è stata realizzata a Roma,  dal Direttore Responsabile, Filippo Virzì.

Ugl Sicilia Notizie:  domanda: con il nuovo governo torna il ministero per il mezzogiorno, un
segnale che viene colto in che modo?

Condorelli
: con molta cautela e prudenza e soprattutto che dovrà fare fatti e non più propaganda. da anni come organizzazione avevamo chiesto un interlocutore governativo e quindi aspettiamo per giudicare.

Ugl Sicilia Notizie:  la durata di questo governo è limitata, almeno sulla carta, questo potrebbe rendere non affidabile questo ministero?

Condorelli
 : l’incertezza di un governo a tempo sicuramente rende tutto poco  credibile , ne tantomeno può bastare avviare i vari patti regionali e il  masterplan perchè come abbiamo sempre detto il sud ha bisogno di un unico  piano che comprenda tutti , dalle citta metropolitane ai piccoli centri nessuno escluso. quindi sarà nostra priorità chiedere un incontro al  ministro per esporre la nostra posizione e soprattutto le nostre proposte  per il Sud.

Ugl Sicilia Notizie
: il Sud Act , che ha visto l’Ugl protagonista in questi anni ,praticamente ha già pronto un modello per il mezzogiorno o no?

Condorelli
: in questi anni di assenza di politiche per il mezzogiorno in cui  i governi hanno solo fatto propaganda , abbiamo cercato di colmare questo  vuoto portando in tutte le città delle otto regioni del sud le nostre  proposte che sono state oggetto di confronto con le istutizioni locali,
regionali, nazionali,imprenditori, sindaci,forze sociali le nostre  proposte raccolte appunto nel sud act per dire che senza un sud che  riparte l’italia non ha speranza.

Ugl Sicilia Notizie : gli ultimi dati collocano le citta del sud ancora una volta agli
ultimi posti della classifica relativamente alla vivibilità,ai servizi ,
alla sicurezza ecc.

Condorelli  : è triste leggere che siamo sempre gli ultimi , chissà  se un  giorno possiamo risalire ed essere come altre città del nord che  sicuramente non pagano più tasse di noi per avere servizi efficienti ,  sicurezza e una vita normale. Qui però c’è da fare autocritica e dire che  le responsabilità sono di tutti ,dal cittadino comune alla classe  dirigente , occorre lavorare sulla testa di ognuno di noi per un cambio  culturale e di mentalità che non può più aspettare.