Politica sui cookie

Eurispes, Capone: “Sindacati colgano le trasformazioni in atto”

capone-nuovo-logo“La crescita della fiducia nei sindacati ci fa contenti e tuttavia deve anche indurci ad una riflessione, che è la richiesta di riportare al centro delle politiche economiche e sociali il tema del lavoro”. Lo afferma Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, commentando il Rapporto Eurispes da cui emerge che la fiducia nei sindacati passa dal 37,9% al 46,4%. Secondo Capone “i sindacati devono concentrare la loro azione sul fenomeno della povertà lavorativa, determinata non dall’assenza di lavoro com’era un tempo, ma dal lavoro stesso, che produce redditi medi netti talmente bassi da non proteggere dai rischi di ritrovarsi nell’area della povertà. Altri fenomeni su cui il sindacato deve essere capace di cogliere le trasformazioni in un mondo del lavoro sempre più fluido – continua Capone – sono gli infortuni sul lavoro, le morti bianche e la precarietà lavorativa, questioni su cui tutto il movimento sindacale è chiamato ad una maggiore responsabilizzazione e rinnovamento”. “L’organizzazione che guido, l’Ugl ha fatto di questi punti, insieme a quello delle pensioni, i propri capisaldi dell’azione sindacale, dando voce e rappresentanza ai bisogni vecchi e nuovi dei lavoratori. Forse anche per questo – conclude Capone – la fiducia nell’Ugl, come risulta dai nostri dati, è cresciuta fino a triplicare in soli due anni, una tendenza positiva in particolare tra i giovani sempre più presenti alle nostre iniziative”.