Politica sui cookie

4° Congresso Confederale – Paolo Capone eletto Segretario Generale dell’Ugl

img-20180223-wa0008

“Un’emozione unica che dura dal 28 ottobre 2014”, così Paolo Capone ha definito la giornata di oggi appena eletto Segretario Generale dal 4° Congresso Confederale dell’Ugl. Due giornate emozionanti e importanti che rinnovano profondamente la nostra Organizzazione a cominciare dall’allestimento del Congresso che come ha tenuto a precisare Capone “ha rotto tutti gli schemi tradizionali dei congressi sindacali”. Da oggi per l’Ugl inzia una nuova storia, con una nuova Confederazione, con nuove sfide ma con la mission di sempre: tutelare e difendere il lavoro e i lavoratori.

E’ stato anche un successo mediatico il 4° Congresso Confederale grazie alla lettera del Segretario Generale rivolta ai leder del Centro Destra e pubblicata sui principali quotidiani nazionali, insieme ad altri importanti articoli di oggi che hanno raccontato questa importante assise dell’Ugl. Durante il Congresso, oltre all’elezione di Paolo Capone, unico a presentare una lista, e della sua nuova squadra, sono state votate importanti modifiche statutarie che saranno al più presto diffuse e illustrate. Modifiche ispirate ai principi della trasparenza e dell’efficienza che mirano a fare dell’Ugl una sigla al passo con i tempi e in grado di cogliere le innumerevoli e difficili sfide che attendono tutto il mondo del lavoro.

Da sottolineare il messaggio dell’ormai ex Vice Segretario Generale dell’Ugl, Claudio Durigon, che ha detto nel suo intervento: “Sono emozionato perché oggi lascio il mio incarico ma non lascio l’Ugl. Sono emozionato perché ricordo tutte le nostre battaglie. Devo ringraziare tante persone, ma soprattutto Paolo, che è il Segretario Generale giusto per questa Organizzazione oggi e domani”.

“Ci attendono ancora tante battaglie – ha detto in conclusione del suo intervento il neo eletto Segretario Generale Paolo Capone – Sono certo che il nostro futuro è un futuro di battaglie, ma il metro per giudicarle non sarà vincerle o perderle, ma combatterle insieme”. “Avanti insieme per un’Italia Forte e Lavoro Vero! W l’UGL, W l’ITALIA”.

Tutti gli interventi della prima e della seconda giornata sono sui nostri social Twitter e Facebook.