Politica sui cookie

Sicurezza nei luoghi di lavoro. A Palermo 15 morti nel 2018, per l’UGL cittadina è allarme sociale

sicurezza

Incidenti sul lavoro, crescono le morti bianche: nel 2018 a Palermo 15 vittime, i dati sono stati resi noti dell’INAIL.

Nel 2017 i decessi erano stati tredici. Il presidente del comitato consultivo provinciale dell’Istituto, Michelangelo Ingrassia: “Nel capoluogo quadro decisamente critico”.

Nel 2018 in Italia le denunce di infortuni sul lavoro presentate all’Inail sono state 641.261 (+0,9% rispetto allo stesso periodo del 2017), 1.133 delle quali con esito mortale (+10,1%).

 “A Palermo – spiega il Presidente del comitato consultivo provinciale dell’Istituto, Michelangelo Ingrassia – si delinea un quadro decisamente critico. Si registra una diminuzione delle denunce d’infortunio, che dai 6116 casi del 2017 scendono ai 6093 casi del 2018, ma sono contemporaneamente aumentate le denunce d’infortunio con esito mortale, che dai 13 casi registrati nel 2017 salgono ai 15 del 2018”.

“Oramai anche su Palermo è allarme sociale così come tutto il territorio nazionale –  aggiunge Franco Fasola Segretario responsabile UGL Palermo – i dati rilasciati dall’INAIL sono allarmanti, la prevenzione, gli investimenti  e la cultura della sicurezza sono gli elementi fondamentali  per evitare le morti bianche, il nostro sindacato da mesi impegnato in tal senso, continuerà il suo tour ‘Lavorare per Vivere’ volto a sensibilizzare il Governo e l’opinione pubblica sul tema”.