Politica sui cookie

Pfizer Catania. Apprezzamento della Ugl per l’intervento del sindaco Pogliese

stabilimento-pfizer-catania

“Siamo ben felici che, a distanza di pochi giorni dal nostro accorato appello, perché la politica  comunale e regionale accendesse i riflettori sulla necessità di garantire continuità e prospettiva  allo stabilimento Pfizer di Catania, il sindaco Salvo Pogliese ha preso posizione inviando  all’azienda americana una nota.”

Lo dicono il segretario territoriale della Ugl Giovanni Musumeci, il segretario della federazione provinciale Ugl chimici Carmelo Giuffrida, la sua vice
Anna Maria Greco ed il rappresentante sindacale Angelo Mirabella, dopo aver “apprezzato  l’iniziativa che, sicuramente, contribuisce ad alimentare e rafforzare un dibattito costruttivo sul  futuro del sito produttivo catanese della multinazionale farmaceutica”.

“Come avevamo detto lo  scorso dicembre, dopo una prima riunione con i manager di stabilimento, Catania si presta  benissimo non soltanto per la produzione di vaccini, ma anche per lo stoccaggio di quelli già  pronti. In ogni caso, ribadiamo il nostro pensiero sul fatto che il polo Pfizer della nostra Zona
industriale può e deve essere potenziato attraverso la scommessa sulle nuove esigenze di  mercato o sullo spostamento in città della prodizione di iniettabili, oltre che sulla ricerca  scientifica – sottolineano i quattro sindacalisti.

Ci auguriamo, adesso, che l’intervento del primo  cittadino non resti nell’ambito politico un fatto isolato, ma trovi piena condivisione a livello locale,
ma anche regionale e nazionale, in modo trasversale, perché Catania non perda un’occasione  importante come questa e possa invece godere di nuovi investimenti ed opportunità di lavoro e  sviluppo.

Per questo – concludono Musumeci, Giuffrida, Greco e Mirabella – riteniamo  fondamentale la disponibilità del Comune e dei vari enti preposti e che si vorranno accodare,  nell’offrire tutto il supporto istituzionale possibile. In tal senso auspichiamo che il sindaco si  faccia promotore a breve di un incontro tra istituzioni e parti sociali per affrontare insieme  quest’idea di crescita per il nostro territorio.”