Politica sui cookie

Mobilitazione Ram, l’Ugl di Messina in piazza al fianco dei lavoratori

ugl-messina-1

Anche l’Ugl di Messina nel pomeriggio di ieri è scesa al fianco dei lavoratori della Raffineria di Milazzo durante la mobilitazione che  ha visto protagonisti i dipendenti Ram nel chiedere che venga rivisto il
Piano Regionale di Tutela della Qualità dell’Aria. Il presidente della  Regione Siciliana Nello Musumeci ha, infatti, di recente emanato una  legge che impone alle Raffinerie di adeguarsi al limite di emissioni
entro il 2027, con un primo traguardo nel 2022. Limite che, però,  potrebbe decretare la chiusura dell’intera struttura.
“Comprendiamo la necessità di un mondo più ‘green’ e di una Sicilia più  pura, ma non possiamo nemmeno permettere che l’ambiente si salvaguardi  con leggi irragionevoli e imperfette che non guardano al futuro dei  lavoratori – dichiara il segretario provinciale di Ugl Messina, Tonino  Sciotto – Per tale ragione ieri siamo scesi in piazza al fianco delle  altre sigle sindacali, Cgil, Cisl e Uil, ma soprattutto per stare  accanto ai dipendenti della Raffineria, di cui condividiamo le  preoccupazioni”.
“Gli obiettivi e le scadenze poste dalla Regione Siciliana non sono  compatibili, tant’è che al momento sul Piano della qualità dell’aria  pende un ricorso al Tar presentato (giustamente) da tutte le raffinerie
siciliane, che chiedono appunto l’annullamento della legge perché non  riescono ad adeguare gli impianti entro la scadenza fissata”, continua  Sciotto.

“E’ per questo motivo che i politici non possono più far finta di non  sentire le urla dei lavoratori: è arrivato il momento di fare chiarezza  sulla competenza di chi deve intervenire, perché occorre necessariamente  rivedere il Piano così da permettere alle raffinerie di organizzare i  futuri investimenti per ambientalizzare ulteriormente i propri  impianti”, conclude il segretario provinciale di Ugl Messina, vicino ai  dipendenti Ram insieme al responsabile del dipartimento regionale  Trasporto aereo, Ninni Petrella, presente alla mobilitazione.