Politica sui cookie

“Lavorare per vivere,non per morire”: UGL Ragusa dice basta alle morti bianche dopo il tragico incidente mortale sul lavoro di oggi a Vittoria


gianna-di-martino

Dopo 9 giorni dalla tragedia di Donnalucata(Scicli), purtroppo si è registrato in provincia di Ragusa un altro incidente mortale  sul lavoro: la Segretaria provinciale di UGL Ragusa, Gianna Dimartino, chiede ancora una volta di potenziare la sicurezza sul Lavoro ed i controlli , e si stringe al dolore dei familiari dell’operaio elettricista di 31 anni,Saverio Gilestro, morto folgorato   in un cantiere sulla strada provinciale 68 Vittoria-Pedalino, mentre eseguiva lavori di manutenzine di una linea elettrica pubblica . Altri due operai sono rimasti feriti e sono stati trasportati al vicinio Ospedale Guzzardi di Vittoria.
E’ indispensabile rafforzare la Formazione dei lavoratori , la cultura della Sicurezza , il rispetto delle regole e i controlli sia preventivi che in itinere.

In Italia nel 2018 i morti sul lavoro sono stati 1437. Nel Rapporto INAIL  è stato indicato che le morti sul lavoro sono principalmente incidenti stradali, folgoramenti, schiacciamenti, cadute dall’alto, soffocamenti, asfissia, annegamenti, esplosioni e annegamenti.
Il Sindacato UGL ha sempre fatto della sicurezza sul lavoro una delle sue battaglie primaria e e da oltre un anno ha in attivo un tour itinerante in tutte le principali città d’Italia ‘ condotto dal Segretario Nazionale Francesco Paolo Capone in prima persona, per sensibilizzare l’opinione pubblica su questo fenomeno che non sembra arrestarsi.