Politica sui cookie

Con la diretta Facebook “Racconti di donne”, la Ugl di Catania ha ricordato questa mattina 70 anni di lotte sindacali in favore delle donne in occasione dell’8 marzo

evento-racconti-di-donne-7-marzo-2020
Con una diretta nella propria pagina Facebook, dal titolo “Racconti di donne”, in occasione dell’8 marzo la Ugl di Catania ha voluto ricordare questa mattina 70 anni di lotte sindacali per le donne. Trenta minuti in onda per lanciare un messaggio di forte presenza del sindacato a fianco delle lavoratrici, in ogni ambito lavorativo e sociale. Seppur fortemente penalizzato dalle recenti disposizioni emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in materia di prevenzione dall’epidemia Covid-19, l’evento attraverso la sua versione telematica ha voluto evidenziare il ruolo della donna nella società, la continua lotta della Ugl nei confronti delle discriminazioni di genere e la presenza quotidiana del sindacato in prima linea, con l’organizzazione di momenti di confronto ed iniziative finalizzate all’affermazione della parità. Ad introdurre il tema è stata la responsabile del Dipartimento pari opportunità della Ugl Catania, Giusy Fiumanò, che ha poi dialogato con Susanna Basile. La psicologa catanese è intervenuta per raccontare la sua esperienza professionale ed il suo impegno all’interno dell’organizzazione sindacale, con una serie di attività come lo “Sportello ascolto, stress lavoro correlato”, il progetto “Educazione alla difesa” ed il programma volto all’incremento delle azioni a contrasto della violenza e molestie nel mondo del lavoro. Il secondo intervento, invece, è stato curato dalla dirigente sindacale Cristina Sangiorgi, impiegata all’Interporto di Catania, che ha parlato della sua esperienza come donna madre e lavoratrice. A conclusione della trasmissione la consegna simbolica di un ramo di mimosa a tutte le donne, per il tramite delle tre protagoniste della manifestazione, da parte del segretario territoriale Giovanni Musumeci e del componente della segreteria dell’Unione territoriale del lavoro Angelo Mazzeo. “Seppur limitati dalle norme attuali, che non hanno consentito il consueto afflusso di sindacalisti e pubblico, non abbiamo voluto rinunciare a rinnovare il nostro no a tutte le discriminazioni che limitano la libertà delle donne – ha aggiunto Fiumanò. Grazie alla rete potremo quindi diffondere ad ogni livello quello che è la missione della Ugl su questo determinato tema, che continuerà con nuove idee e proposte con l’auspicio che possano essere sempre più condivise. In questa celebrazione della giornata internazionale della donna – conclude la responsabile del Dipartimento – il nostro pensiero va a tutte le donne, ed in particolare alle lavoratrici che, a vario titolo, operano nel comparto della sanità in un momento storico così difficile ed impegnativo. A loro dedichiamo questa nostra particolare iniziativa.”