Politica sui cookie

Dall’Ugl di Siracusa parte l’iniziativa “La Carovana dei Diritti”

comune-di-siracusa

Incontro con tutti i Segretari delle Federazioni Territoriali di Siracusa che hanno approvato un documento che mette in atto una serie di iniziative che saranno svolte sul territorio provinciale.

Una nota di sollecito è stata inviata al Presidente della Regione Siciliana, all’Assessore Regionale alle Attività Produttive, a S.E. Prefetto, alla Deputazione Nazionale e Regionale, ai sindaci sottoscrittori del Protocollo per l’Istituzione dell’area di crisi industriale, alle Società dell’area industriale.

L’iniziativa  “La Carovana dei Diritti” avrà inizio giorno 24 con una serie di attività  con volantinaggio nel polo chimico di Siracusa a  partire dalle ore  6,00e nel Porto di Augusta.

Giorno 2 ottobre presso la sede di Confindustria di Siracusa dalle  ore  9,00  è  stato  richiesto un incontro con il Presidente BIVONA, giorno 8 ottobre un Sit-in presso il Palazzo delGoverno Territoriale dalle ore  9,00 , è stato richiesta un incontro a S.E. Prefetto dove saranno illustrati i contenuti del documento che sono sinteticamente riportatinel volantino.

Questo anno e mezzo è stato condizionato a causa di una crisi senza precedenti eppure l’area industriale di Siracusa è resistita etenta una propria “rivoluzione cromatica”.

Altri protocolli furono firmati ma sonorimasti  nei cassetti; anche allora tutti i soggetti auspicavano compiacimenti e tanti sorrisi, ma la strada resta in salita.

Non basta la sottoscrizione dell’accordo per l’area di crisi complessa del polo industriale, infatti, è stata l’occasione per verificare quale impegno veniva assunto da parte  degli impianti.

Le aree di crisi industriale complessa, infatti, riguardano territori soggetti a recessione economica e perdita occupazionale di rilevanza nazionale e con impatto significativo sulla politica industriale nazionale, non risolvibili con risorse e strumenti di sola competenza regionale.

La complessità deriva dalla crisi di una o più imprese di grande o media dimensione con effetti sull’indotto o dalla grave crisi di uno specifico settore industriale con elevata specializzazione sul territorio.

Nella nota inviata anche ai Parlamentari Nazionali e Regionali è stato chiesto il loro impegno aldilà dell’appartenenza occorre fare squadra per difendere il territorio; ai Parlamentari Nazionali chiediamo di intervenire al Ministero dello Sviluppo Economico per il polo industriale di Siracusache non deve essere paragonato con altre realtà.

In questa realtà industriale negli anni passati già migliaia di posti sono stati persi, quindi vogliamo porre l’accento sulle ricadute economiche e occupazionali nelle grandi imprese del polo chimico, petrolifero ed energetico, composto in gran parte dalle sette multinazionali presenti nell’area (Lukoil,Sonatrach, Sasol, Versalis, Erg Power, Air Liquide).

I punti salienti dell’iniziativa  sono riportati nel volantino “Contro il cattivo lavoro, la Carovana dei Diritti Ugl”.

La partenza è programmata da giorno 24 settembre 2021.