Politica sui cookie

Vitti riconfermato a Palermo alla guida dell’UGL Telecomunicazioni

photo-2018-05-17-12-52-04

Giorno 16 maggio, gli iscritti e i dirigenti UGL Telcomunicazioni hanno eletto e riconfermato quale segretario generale della Federazione UGL Telecomunciazioni di Palermo Antonio Vitti di TIM Spa, immediatamente è stata nominata la segreteria che risulta così composta: Claudio Marchesini di Almaviva Contact vice Segretario ; compenti di Segreteria: Andrea Lampone di TIM Spa; Fabio Miraglia di Almaviva Contact e Salvatore Magro di ADS Spa. Inoltre sono stati confermati 26 componenti il direttivo e cooptati altri 20.

Fra i partecipanti il Segretario nazionale delle Tlc e Confederale Stefano Conti, presenti i dirigenti sindacali e iscritti di tutte le aziende di Telecomunicazioni di Palermo  quali: TIM Spa; Sperkle, Almaviva Contact, Comdata, Atlanet-BT, ADS Spa, 4U Servizi; WindTre; Ericsson; Targa-Fleet e HR Services.

E’ stata presentata dal Segretario Utl di Trapani Franco Fasola, a rappresentanza del Segretario Regionale UGL Sicilia, Giuseppe Messina, una dettagliata relazione nella quale si è evidenziato l’importante ruolo della federazione Tlc di garanzia e tutela della categoria, impegnata in importanti vertenze, quali Almaviva e Tim.

Antonio Vitti nella relazione ha focalizzato l’attenzione sulle procedure di esuberi dichiarate dalle aziende del settore che operano a Palermo, in particolare i 58 licenziamenti della 4U Servizi; le procedure di cessione di ramo d’azienda aperte da Almaviva; la cassa integrazione annunciata dalla TIM Spa, e infine le preoccupazioni per le aziende di rete ADS ed Ericsson. Inoltre così come già chiesto in occasione dell’ultimo incontro in Commissione bilancio all’ARS, ha ribadito la necessità che per gli investimenti e finanziamenti di 441 milioni di euro stanziati per la digitalizzazione in Sicilia venga istituita una commissione interdisciplinare con il coinvolgimento del Sindacato affinchè gli investimenti nella rete favoriscano in contemporanea lo sviluppo dei servizi con la creazione di nuovi posti di lavoro e non rimangano come “cattedrali nel deserto”.  Vitti ha ringraziato tutti gli iscritti, i dirigenti UGL telecomunicazioni e la segreteria della UTL che ha partecipato.

Stefano Conti ha puntato l’attenzione sulla preoccupazione per la robotizzazione dei servizi che se non opportunamente gestiti faranno sparire decine di migliaia di posti di lavoro nel settore telcomunicazioni e non solo.