Politica sui cookie

Virus Sicilia. Ugl: Il Coronavirus mette in ginocchio gli aeroporti Siciliani

orari-aeroporto

In ginocchio l’economia dell’intera filiera del Trasporto Aereo nazionale dovuta al Coronavirus, a risentirne  sono anche gli Aeroporti della Regione Sicilia, isole minori comprese.

“Stiamo a fronteggiare una situazione tragica – dichiara il Segretario Regionale UGL Trasporto Aereo Sicilia, Domenico De Cosimo  – a causa di ciò che si è verificato nell’ultimo mese, l’industria del Trasporto     Aereo nell’isola è al collasso, restano chiusi gli scali di Trapani Birgi e Comiso”.

“Secondo quanto prescritto, per i dipendenti delle società di gestione, di attività a terra   Handling, Avio rifornitori, inflight Catering – continua Ninni Petrella  Resp.le Dipartimento Regionale UGL Trasporto Aereo   – al pari degli altri Aeroporti nazionali, si sono aperte le porte della Cassa Integrazione Straordinaria, misura questa, a causa dell’emergenza, dovuta inevitabile ed adottata dalle società in accordo coni sindacati”.

“Anche in riferimento all’attivazione del Fondo di Solidarietà  – spiega Petrella  ,  non possiamo non mostrare  perplessità  e preoccupazioni, atteso che, riteniamo rappresenti un’assoluta urgenza al fine di evitare l’insorgere di gravi situazioni legate  a tempi e modalità  di erogazione delle integrazioni di questo fondamentale strumento di sostegno al reddito per i lavoratori”.

“Altro problema che si pone oggi nel Traporto Aereo è soprattutto per i lavoratori con contratto a tempo determinato  – continua De Cosimo – in una realtà quale quella siciliana ,e in un comparto strategico quello del Trasposto Aereo assolutamente impattante nell’industria del Turismo, si necessità  per i lavoratori  “CTD” in linea con quanto già dichiarato dal Segretario Nazionale UGL, Francesco Alfonsi,  l’attivazione di misure specifiche  individuando coperture analoghe a quelle già individuate .

Crediamo altresì necessaria la previsione di risorse economiche da destinare ai lavoratori, in modo che le Regioni stesse intervengano attivando delle tutele specifiche”.

“Abbiamo chiesto nelle scorse ore ai parlamentari della Commissione Lavoro all’Ars – dichiara Giuseppe Messina, Segretario Ugl Sicilia – di intervenire con l’introduzione di una norma che garantisca in sostegno al reddito per i contrattisti è gli stagionali che a causa dell’emergenza Covid 19 sono rimasti senza alcuna retribuzione”.