Politica sui cookie

UGL Mare incontra Liberty Lines

liberty-linesIn data 03 marzo 2021 l’UGL  Mare si è incontrata in via telematica con la Liberty Lines nel processo contrattuale  di secondo livello, nell’interesse della tutela del capitale umano.

Preso atto del nuovo CCNL SEZIONE PER UNITÀ  VELOCI DI TIPO HSC, DSC E ALISCAFI e della contrattazione integrativa sottoscritta da FILT CGIL – FIT CISL –  UILTRASPORTI  in data 8 febbraio 2021 si è proposto la sottoscrizione dell’accordo di secondo livello in subordinandone l’efficacia e al chiarimento interpretativo e alla risoluzione e verifica dei seguenti temi non meglio definiti e ricompresi nella presente intesa:
-Chiarire termini e modalità di riconoscimento bonus giornaliero di impiego extra turnazione.
-Quale condizione di miglior favore si evidenzia l’opportunità di elevare l’importo del ticket restaurant elettronico a 8  euro.
-Riconoscimento ora di mancato pasto per tutte quelle circostanze ove membri dell’equipaggio sono obbligati a  permanere bordo.
-Riteniamo che vada chiarito il fatto che coerentemente con normative in vigore non deve comportare alcun onere  economico a carico dei lavoratori la partecipazione a corsi di formazione/aggiornamento di qualificazione  professionale concernente la categoria del marittimo nonché altri corsi specifici per la valorizzazione e  miglioramento del patrimonio delle competenze. E’ quindi l’azienda che deve farsi carico di tutte le spese comprese  viaggio, vitto e alloggio, garantendo per il personale in C.R.L. e iscritto nelle liste di T.P. il riconoscimento del  regolare compenso lavorativo giornaliero (quindi non devono essere scalate giornate dai riposo del lavoratore)  poiché impegnato in attività obbligatorie per l’armatore che peraltro vanno schematizzate su contabilità di  esercizio/organizzazione delle convenzioni regionali e statali dei servizi di collegamento marittimo con le isole  minori siciliane.
-Il valore annuale massimo del premio di produzione dovrà essere definito contestualmente al meccanismo  incentivante, basato su parametri di efficienza, qualità e performances aziendali pertanto i valori espressi al  momento non possono essere considerati vincolanti o definitivi proprio per l’assenza di definizioni da concordare  nelle opportune sedi.
-Individuare apposita procedura affinché, si ricorra a visita di sorveglianza e accertamento sanitario vengano  organizzate in concomitanza dell’impiego in servizio, e comunque in sedi nelle immediate vicinanze del mezzo.
L’espletamento della sorveglianza e accertamento sanitaria deve comunque prevedere per il personale navigante  in turnazione di licenza, non deve essere scalata la giornata dai riposi del lavoratore poiché impiegato in attività  produttive obbligatorie per il datore di lavoro, a tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori.
-Definizione della modalità che si intenda adottare per la fruizione delle ferie maturate.
-Ove per necessaria organizzazione del lavoro (di piena competenza armatoriale), si venisse a determinare debito
a carico del personale impiegato (al netto di ferie e riposi compensativi maturati nel mese). Prevedere
riconoscimento di uno specifico e proporzionale riposo compensativo di linea da aggiungere ai maturati
R.C./FERIE. Il tutto per annullare l’eventuale fisiologica negatività che si generasse amministrativamente.
-Eventuali trasferimenti, corse o linee straordinarie disposte d’azienda, fuori dai servizi di convenzione, dovrebbero
dare diritto al riconoscimento di n. 1 compensativo extra in paga a tutto l’equipaggio impiegato.
-Prevedere l’organizzazione a bordo dei mezzi di flotta un angolo dedicato al ristoro, dove garantire la fornitura di
acqua potabile per equipaggio con potabilizzatori o dispenser per acqua potabile e dove l’equipaggio possa trovare  semplice apparecchiatura per scaldare pietanze.
-Che sia dato luogo a stipula di apposita convenzione con la direzione competente dell’INPS consentendo  all’anticipazione dell’indennità di malattia o infortunio per il personale navigante dipendente in C.R.L.