Politica sui cookie

IL SINDACATO UGL AGRICOLI E FORESTALI INCONTRA I VERTICI DEL GOVERNO REGIONALE SICILIANO

FRANCO ARENA“In questi giorni si sono tenuti svariati  incontri con l’Ugl  sindacato Agricoli, Forestali e Pesca  e  alcuni rappresentanti del governo regionale siciliano, in particolare con l’ Assessore regionale Territorio e Ambiente  On.le Maurizio Croce e Assessore regionale della Famiglia delle Politiche Sociali e del Lavoro On.le  Gianluca Antonello Miccichè, con cui si è  discusso della proposta governativa del DDL settore Forestale –Esa , e con  l’Assessore Croce  con cui  si è discusso anche del sistema operativo  ‘Astuto’  e delle criticità che lo stesso presenta, con particolare riferimento al fatto che lo stesso  non prevede che non si possono più effettuare cambi  di turno, del  rimborso chilometrico LTI tipo LTD (accordo Colletti)”.

Questo è quanto  si legge in una nota diffusa dall’Ugl Agricoli, Forestali e Pesca.

“Nell’incontro  con l’Assessore Miccichè – la nota aggiunge –  abbiamo chiesto chiarimenti sul gli art. 24 e 25 inseriti nella proposta DDL forestale, l’Assessore e disponibile a rivedere gli articoli che riguardano la formulazione delle graduatorie”.

Presenti per l’Ugl oltre al Segretario UGL Agricoli e Forestali Sicilia Franco Arena, Manuel Bonaffini Responsabile Ugl agroalimentare di Caltanissetta e Franco Tragno Commissario Ugl agricoli e forestali Caltanissetta.

“E’ stato un confronto aperto – ha evidenziato Franco Arena, Segretario regionale  Ugl Sindacato Agricoli, Forestali e Pesca, –    e di questo ringraziamo gli esponenti del governo; confronto che l’Ugl ha chiesto con forza nella convinzione di poter contribuire all’individuazione di soluzioni eque e sostenibili sui punti principali della proposta di riordino settore Forestale – Esa che il governo ha in mente e che presenta moltissime criticità, come organizzazione sindacale chiediamo di poterla migliorarla soprattutto nell’aumento delle giornate lavorative”.

“A breve – ha concluso Arena – proporremo degli emendamenti al fine di migliorare il DDL con le nostre proposte e i nostri suggerimenti”.