Politica sui cookie

Sicilia, Ugl sanità sulla riforma Seus 118: “Subito un tavolo tecnico”

carmelo-urzi

“La riforma della Seus 118, con la trasformazione in azienda regionale per l’emergenza e urgenza sanitaria (Areus), è un iter divenuto ormai indispensabile perché una grossa regione come la Sicilia non può più permettersi di mantenere una struttura frammentata, antiquata e scarsamente efficiente”.

Lo dice il segretario regionale della Ugl Sanità, Carmelo Urzì.

 “Si tratta però di un iter, a nostro avviso, altamente delicato che riteniamo debba essere programmato condiviso non solo con i tecnici, ma anche con i rappresentanti dei lavoratori. Per questo motivo – prosegue – ci aspettiamo che l’Assessorato a breve provveda ad istituire un tavolo tecnico di confronto su quello che dovrà essere l’intera organizzazione aziendale e soprattutto per la tutela dei livelli occupazionali, visto che ad essere interessati sono oltre 3000 dipendenti.

Ci saranno molti passaggi da definire nella costruzione del nuovo contenitore, che non possono tralasciare aspetti come l’efficienza e l’economicità dei servizi, oltre che la definizione di una seria pianta organica dove si possano davvero collocare, attraverso il concorso e con il giusto contratto collettivo del pubblico impiego, i nuovi assunti (con l’intento di svecchiare un organico dall’età media attuale di circa 50 anni) ma anche i dipendenti che da 20 anni operano in quest’azienda, cui sarà riservata una quota così come previsto dalla legge”.