Politica sui cookie

REGIONE SICILIA: FRANCHINA (UGL), ANCHE PER LE DOTAZIONI ORGANICHE UNA VERA E PROPRIA PRESA IN GIRO

 

FRANCHINA“Finalmente è arrivata la presa d’atto da parte del Governatore Crocetta sulle dotazioni organiche che avevano avuto il parere favorevole lo scorso maggio dalla giunta regionale che è una vera e propria presa  in giro, per tutti gli operatori del settore e per tutti i siciliani”.
Ad affermarlo Alessandro Franchina, Segretario della Federazione Igiene Ambientale di Trapani.
“Voglio essere più esplicito – aggiunge – è per farlo incominciamo dai siciliani e tutti i turisti i quali si vedono sommersi dai rifiuti tonnellate e tonnellate sparsi per le strade, lungo le autostrade biglietto da visita per chi arriva da Punta Raisi ed andando verso Palermo si imbatte a Carini o per chi si accinge ad andare in spiaggia a Mazara, qualcuno una volta diceva Sicilia 365 giorni all’anno mito in un’isola di luce oggi invece dopo quasi 4 anni di amministrazione Crocetta/Pd dirà Sicilia 365 giorni all’anno sommersi dall’immondizia”.
“Passiamo agli operatori e tutti gli impiegati delle ex Ato – dice il sindacalista – che hanno atteso ben 6 anni per poter transitare al nuovo sistema di gestione dei rifiuti, sistema che doveva dare rassicurazioni e soprattutto un taglio netto col passato fatto di ritardi nei pagamenti delle retribuzioni mancati versamenti degli oneri previdenziali anni di liquidazione che non consentivano di accedere al credito finanziario”.
“Oggi invece veniamo a conoscenza – sottolinea Franchina – che il presidente e l’assessore anziché disconoscere le prescrizioni delle delibere di giunta riguardo l’approvazione delle dotazioni organiche, le avallano e ciliegina sulla torta ci dicono che hanno pronto un ddl l’ennesimo nel giro di 2 mesi che passa dagli Ato alle Srr all’Eser alle attuali 9 EGT,  ma anche per un addetto ai lavori come me non ci sto capendo più nulla, l’unica cosa certa che vogliono fare un albo unico dei lavoratori, che come gridammo già a maggio ci lasciava perplessi in quanto agli oltre 1000 lavoratori  delle 4 Srr palermo ovest palermo est trapani sud e Agrigento est trovavano collocazione soltanto una 50 di amministrativi praticamente i ruoli funzionali alla gestione della Srr stessa,  speriamo che questo albo non sia come quello della formazione, da cui le ditte aggiudicatrici potranno attingere”.
“Ad oggi – chiarisce – nessuno degli 8000 addetti alla formazione ha trovato ricollocazione quindi figuriamoci gli oltre 11000 dei rifiuti, nello specifico iniziando dai 275 ex lavoratori del Ato PA 2 Alto Belice Ambiente dei 180 ex Coinres e dei 314 della Belice Ambiente Ato tp 2 sulla cui testa pende la spada di Damocle del fallimento”.
“E come considerazione finale mi rivolgo al  presidente Crocetta – conclude Franchina – per chiederle in qualità di sindacalista ma soprattutto di Siciliano di dimettersi e consentire a qualcun’altro più preparato e adeguato e che non abbia diffusi interessi politici  di risolvere il problema, e ricordi che se anche uno solo dei lavoratori non troverà occupazione riterremo lei personalmente responsabile quindi qualunque tipo di azione sarà rivolta nei suoi confronti”.