Politica sui cookie

Lavoratori indotto ex Fiat Termini imerese, la Regione accorda la mobilità in deroga. Mazzeo (Ugl Metalmeccanici): “Auspichiamo un immediato via libera dai Ministeri competenti”

ab7e0b84-156b-492e-9c92-566f0b990e8b

La Regione Siciliana ha accordato anche per il 2020 il finanziamento della mobilità in deroga per i lavoratori dell’indotto ex Fiat di Termini Imerese. Un annuncio avvenuto durante la riunione che si è svolta ieri a Palermo tra l’assessore regionale delle Politiche sociali e del lavoro Antonio Scavone ed i sindacati al quale la Ugl ha preso parte con il segretario provinciale della federazione Metalmeccanici Lorenzo Giordano, accompagnato dagli impiegati ex Lear Antonio Passafiume, Francesco Serraino, Edoardo Restivo e Attilio D’Agostino. “Siamo soddisfatti dell’esito di quest’importante incontro e non avevamo alcun dubbio che la Regione Siciliana avrebbe accompagnato in modo adeguato questo processo. Adesso auspichiamo un immediato via libera dai Ministeri competenti ed, in tal senso, come Ugl abbiamo già chiesto un incontro per il tramite del sottosegretario Stanislao Di Piazza che ringraziamo per l’impegno che sta mettendo su questa delicata vertenza, che vede coinvolti oltre 300 lavoratori. Da parte nostra, anche se qualche sigla sindacale continua ancora purtroppo a minare l’unità sindacale, continueremo ad essere vigili e presenti su questa problematica augurandoci anche a breve l’attivazione della Zona economica speciale, occasione occupazionale importante per le centinaia di maestranze che ancora oggi reclamano il loro lavoro.”