Politica sui cookie

Incontro a Ragusa fra Ugl e Rekeep S.p.a.

bandiere-uglNella giornata di mercoledì 16 ottobre,  una delegazione della UGL Ragusa, nelle persone del Segretario Federazione  Igiene ambientale, Giuseppe Piazza, e altri due Dirigenti tra cui la Responsabile aziendale Laura  Iacono, ha incontrato i Responsabili dell’azienda di servizi igiene amb. Rekeep S.p.a.,in forza presso  l’ASP di Ragusa.
In questa sede la UGL, ha evidenziato di avere apprezzato il percorso avviato finora dalla Rekeep,  anche nei confronti dei dipendenti, sin dal momento del suo recente insediamento avvenuto lo scorso 1  settembre,come la riorganizzazione dei servizi, la normalizzazione degli incarichi e la ritrovata equità  di Genere all’interno delle turnazioni, problematica già evidenziata in passato dalla UGL sia al  Direttore Generale Asp 7 e sia alla precedente azienda.
Tuttavia oggi la nostra OS ha evidenziato altre criticità tra cui la “difformità “ di ore per alcuni  lavoratori part-time:infatti mentre il CCNL applicato, prevede un monte ore non inferiore a 14 ore a  settimana, qui diversi lavoratori, svolgono servizio per 12 ore effettive a settimana. La Rekeep ha  preso atto di tale inosservanza contrattuale come confermato nel verbale datato 28-29 agosto 2019  redatto e sottoscritto con le altre sigle sindacali ( UGL non ha sottoscritto tale accordo) nel quale la  stessa azienda evidenziava la non applicazione all’articolo 33 del CCNL applicato.
UGL Ragusa si sorprende e si rammarica nell’apprendere che tale inadempienza contrattuale non è  stata evidenziata mai in precedenza dalle altre sigle sindacali firmatarie del Contratto . Si precisa a tal  proposito che invece la UGL Ragusa, già alla precedente azienda EURO & PROMOS, aveva  formalmente chiesto spiegazioni in merito e la normalizzazione e tutela dei diritti di tutti i lavoratori  ,  reiterando ora alla azienda subentrata all’appalto.  A tal proposito la UGL richiederà un ulteriore incontro per normalizzare tale situazione.
Altra criticità rilevata, la problematica relativa al lavaggio degli indumenti di lavoro ( i quali  dovrebbero, per ovvie ragioni igieniche, esser trattati da lavanderie industriali per la sanificazione); a  tal proposito la UGL chiederà al Direttore Generale Aliquo’, l’autorizzazione ad usare le macchine  presenti nei nosocomi in cui opera la Rekeep. E’ stato anche richiesto di utilizzare canali e moduli  ufficiali e normalizzati per informare i lavoratori non solo sulle attività da svolgere, ma anche e  soprattutto su cambi di sede, visite mediche o altro.
Considerato il brevissimo tempo da quando si è insediata la società a Rekeep , la UGL Ragusa si  ritiene parzialmente soddisfatta, anche perché ancora ci sono diverse problematiche da risolvere e per  tale motivo, richiederà nei prossimi mesi un’ulteriore incontro , per verificare lo stato di risoluzione dei  problemi sottoposti oggi ai Responsabili della società .