Politica sui cookie

Crisi Libero Consorzio di Siracusa, incontro con i sindacati

 

sede-ex-provincia-siracusa

Si è  tenuta una riunione sindacale delle OO.SS. a Palazzo D’Orleans mercoledì 19 luglio.
Alla riunione sindacale avente per oggetto la grave crisi economica del libero Consorzio di Siracusa ha partecipato il  dirigente sindacale Marcello Ficile segretario provinciale FNA/UGL di Palermo. La riunione prevista per le ore 17,00 ha subito un rinvio tecnico, dovuto ad una Giunta di Governo resa si necessaria per la risoluzione della problematica che assale in questo momento i 611 dipendenti provinciali di Siracusa (ed i 97 lavoratori della Società partecipata provinciale) che non prendono lo stipendio dal mese di marzo 2017.
Di grande aiuto per la diluizione della problematica il Commissario straordinario Giovanni Arnone che ha esposto alle OO.SS. i gravi mutui che incidono sulle casse provinciali per € 3.200.000 semestrali non permettendo alla tesoreria provinciali l’erogazione degli emolumenti poiché sarebbe una follia non pagare gli interessi alle banche sul debito pubblico provinciale. Diverse proposte operative presentare dall’UGL al Commissario straordinario perché possa sottoporre al Governo Regionale soluzioni operative oltre che rappresentare la problematica evidenziata. Ad onor del vero il Commissario Straordinario ha esposto una soluzione ed una proposta di divisione piú equa del risorse previste per le nove provincie regionale che vedono il Consorzio Provinciale di Siracusa penalizzato attualmente rispetto ai Consorzi piú forti e che non hanno problemi particolari di debito pubblico né criticità particolari.
Ma ai sindacalisti presenti è apparso evidente che comunque si dividono le risorse regionali esistenti che sono erogate tra l’altro con ritardo e giammai mensilmente bensì una tantum nel corso dell’anno, il plafond totale non appare sufficiente per garantire i dipendenti provinciali di Siracusa per via degli interessi sul debito da pagare due volte l’anno. All’UGL è sembrata cosa utile la richiesta di una implementazione del plafond attuale con specifica destinazione ai consorzi piú in difficoltà  per consentire il pagamento di tutti gli emolumenti dei dipendenti per l’anno corrente.
Alle ore 20,10 ha avuto inizio la riunione sindacale con il Presidente Crocetta accompagnato dagli Assessori Regionali Luisa Lantieri, con delega alla Funzione pubblica e Bruno Marziano, titolare dell’Istruzione e formazione professionale e con il Ragioniere Generale Giovanni Bologna.

Crocetta che si era tenuto in contatto con il Commissario Straordinario Arnone ha promesso alle OO.SS. tre cose.
Una erogazione pari a 5.800.000 euro disponibili alle casse provinciali lunedì 24 luglio per consentire il pagamento di quattro mensilità arretrate ai dipendenti in maniera da pagare gli stipendi fino al mese di giugno.
Una ulteriore erogazione che sarà effettuata prima.della pausa estiva che scaturisce da una divisione del plafond pari a 26 milioni di euro ( del totale dei 91 milioni di euro in dotazione regionale) che il governo regionale proporrà alla conferenza dei Commissari dei liberi consorzi siciliani prevista per martedì 25 luglio e che tenga conto anche almeno per  50% del plafond degli enti in difficoltà economiche.
Il Presidente Crocetta ha poi proposto con delibera di Giunta una implementazione di ulteriori 17 milioni di euro al fondo previsto attuale dei Consorzi pari a 91 milioni di euro, rilevatori insufficiente perché non tiene conto degli interessi sul.debito pubblico come nel caso del libero Consorzio di Siracusa che appare oggi in tutta la sua gravità.
Di questi ulteriori 17 milioni di euro  il Presidente prevede la destinazione di almeno 11 per la sola Siracusa.
Non ci resta pertanto di attendere pochi giorni per vedere se Crocetta manterrà le sue promesse che comunque hanno lasciato soddisfatte le richieste e esternare dal nostro rappresentante UGL e condivise dal Commissario Straordinario Arnone.