Politica sui cookie

CARCERI, A MESSINA RIUSCITA MANIFESTAZIONE DELL’UGL POLIZIA PENITENZIARIA

13501849_10208388814110055_9060332877131598768_n

Riuscita manifestazione di protesta a Messina organizzata sabato 18 giugno dall’Ugl Polizia Penitenziaria, con un presidio davanti al Carcere Gazzi, per protestare contro il sovraffollamento dei penitenziari siciliani, la carenza di personale e la mancata attuazione della rotazione dei dirigenti penitenziari.

Per  Antonio Solano, segretario provinciale dell’Ugl Polizia Penitenziaria di Messina, e Antonio Donato, componente della segreteria provinciale dell’Ugl Polizia Penitenziaria di Messina,  “abbiamo scelto di organizzare questa manifestazione davanti al Carcere Gazzi perché è un simbolo delle condizioni di insicurezza e di precarietà in cui sono costretti ad operare quotidianamente gli agenti, visto che, solo per fare un esempio, sono in attesa da tempo dello smaltimento di circa 250 metri quadrati di eternit presenti nella struttura. È inoltre paradossale – affermano – che da oltre un anno non ci sia acqua calda corrente per i poliziotti e gli ambienti destinati al personale femminile siano sprovvisti di servizi igienici, nonostante lo preveda la legge”.

“Con la nostra protesta – proseguono – chiediamo anche una valorizzazione delle professionalità in linea con circolari e disposizioni contrattuali, sia per il carcere di Messina che per tutti gli altri istituti penitenziari”.

Alla manifestazione sono intervenuti l’On. Vincenzo Figuccia (FI), deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana, Alessandro De Pasquale, segretario generale Ugl Polizia Penitenziaria, Giuseppe Messina, segretario regionale Ugl Sicilia, Antonio Piazza, segretario regionale Ugl Polizia Penitenziaria Sicilia.

A sostegno delle ragioni della protesta, hanno anche aderito e partecipato alla manifestazione l’Associazioni Codici Sicilia, delegazione territoriale di Messina, con la responsabile Melita Cafarelli,  l’associazione Diritti e tutele – AD&T e il sindacato Sippe.