Politica sui cookie

Vertenza Liberty Line. UGL: “Chiediamo assunzione di responsabilità da parte del Ministro dei Trasporti”

liberty-lines-4

“Stante la valenza socio occupazionale della vertenza, auspichiamo fin d’ora che il Ministro dei Trasporti avvii le procedure per il bando di gestione e individui, al contempo, una modalità transitoria preservando la continuità lavorativa del personale da anni utilizzato”.

È quanto dichiarato da Antonino Sciotto e Giacomo Nicocia, segretario provinciale UGL e segretario della federazione provinciale  UGL – Mare e Porti, che sono intervenuti sulla vicenda della mancata proroga del contratto di servizio alla Liberty Lines per la tratta Messina – Reggio Calabria.

Scongiurare il procedimento di licenziamento attivato, in coerenza con le indicazioni e le funzioni dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti, è l’auspicio dei due esponenti sindacali, protagonisti dell’ennesimo appello lanciato a poche ore dall’incontro programmato per l’avvio della procedura di licenziamento del personale Liberty Lines.

“Non va sottaciuto – concludono Sciotto e Nicocia – che l’interlocutore principale è e rimane il MIT, a cui spetta di individuare e indicare il percorso da seguire per il buon esito della vertenza”.