Politica sui cookie

Ugl comunicazioni poste, a Catania la visita del segretario nazionale Muscarella

salvatore-muscarella-segretario-nazionale-ugl-comunicazioni-e-mario-crisa-segretario-provinciale-ugl-comunicazioni-poste
Il segretario nazionale della federazione Ugl comunicazioni, Salvatore Muscarella, ha incontrato nei giorni scorsi a Catania i segretari provinciali del sindacato Poste ed in particolare, nella sede di via Teatro Massimo, si è soffermato con il segretario etneo Mario Crisà per un breve confronto sulle problematiche locali della categoria.
“Ringrazio Muscarella per aver dedicato una giornata all’ascolto delle questioni che interessano in particolare i lavoratori di Poste italiane nella realtà metropolitana catanese. A livello sindacale, da quando la federazione è stata ricostituita con un nuovo direttivo, abbiamo iniziato a seguire numerose criticità che si sono manifestate in questo periodo di emergenza sanitaria in diverse filiali in città e nei centri di tutta la provincia – ricorda Crisà.
L’avvento del Covid-19 è stato dirompente anche nel nostro settore, considerata la particolare esposizione al rischio contagio dei dipendenti degli uffici postali, dei portalettere e del settore recapito. In questi mesi la nostra provincia, nell’ambito di Poste italiane, ha registrato un rilevante numero di contagi, motivo per cui come Ugl comunicazioni ci siamo battuti per ottenere dall’azienda l’innalzamento delle misure di protezione sia per gli operatori allo sportello, che del centro meccanografico postale, oltre che dei postini i quali sono stati particolarmente a contatto con il pubblico. Dipendenti che non hanno mai fatto mancare l’apporto lavorativo, con passione ed abnegazione, portando avanti questo servizio pubblico essenziale anche nei momenti più difficili.
Abbiamo ottenuto delle risposte alle nostre rivendicazioni, come quella ad esempio dell’immotivata chiusura temporanea di alcune filiali o sulla fornitura dei dispositivi di protezione individuale ed ancora sul potenziamento dei sistemi di prenotazione e di dematerializzazione di alcuni documenti per l’utente – evidenzia il segretario catanese.
Continuiamo a rimanere particolarmente attenti nell’intento di ridurre al minimo i disagi dei nostri colleghi, spesse volte costretti ad immotivati turni di straordinario a causa della carenza cronica ed inspiegabile di personale, ma anche per l’utenza che non merita code estenuanti e servizi poco efficienti. Da parte nostra – conclude Crisà – saremo sempre attenti per fare in modo che Poste italiane (partecipata in attivo) sia sempre sollecitata ad elevare il numero di assunzioni (viste le carenze in organico), dando la possibilità a tanti giovani catanesi di scommettersi nel mondo del lavoro. Ci interessa che venga incrementato, inoltre, il grado di efficienza in tema di benessere del lavoratore con la quotidiana massima prevenzione dal pericolo di contagio ancora esistente.
Su questo, come sul progetto di crescita sindacale anche nell’ambito del settore postale privato, possiamo di certo contare sul sostegno del nostro segretario nazionale, che ci ha sempre fornito una grande mano d’aiuto, con competenza ed esperienza, nell’affrontare le tante questioni”.
Dal canto suo, nel rendere merito all’impegno costante della Ugl comunicazioni poste di Catania, il segretario Muscarella ha invitato i dirigenti presenti a proseguire senza abbassare la guardia, diventando punto di riferimento sindacale portando avanti le idee e le proposte di partecipazione, tutela del lavoro e buona amministrazione, che hanno da sempre contraddistinto la Ugl come “l’altro sindacato”.