Politica sui cookie

Sicilia. Arena (Ugl): “Il silenzio del nuovo Assessore all’agricoltura Scilla non è un buon segnale”

franco-arena-ugl

“Ci sorprende apprendere che l’assessore all’agricoltura Scilla abbia necessità di ambientarsi .

Eppure negli ultimi anni ha sempre fatto parte dello staff del precedente assessore allo stesso ramo.

Ci aspettiamo, quindi, una risposta alla nostra richiesta di incontro nel rispetto del principio della pluralità sindacale e della rappresentanza e rappresentatività.

Il silenzio del nuovo inquilino al vertice dell’agricoltura pesca, in Sicilia non è un buon segnale, soprattutto per i forestali, stanchi di attendere una riforma di settore che non arriva.  Pretendiamo la continuità amministrativa, avevamo chiesto incontro all’assessore Scilla e Non ha risposto.

Il comparto forestale, in Sicilia, si riordina con la Deliberazione n. 3 del 12 gennaio 2021. “Schema di Accordo tra Stato e Regione Siciliana per il ripiano decennale del disavanzo – Apprezzamento”, con il quale la Giunta Regionale si impegna a realizzare per gli anni dal 2021 al 2029 riduzioni strutturali degli impegni di spesa corrente, con il taglio del 40% dei lavoratori agricoli forestali e del consorzio di bonifica”.

Ma tutto ciò cosa significa per i forestali siciliani?

A sostenerlo è Franco Arena Segretario regionale Ugl agricoli e forestali Sicilia.

“La risposta è semplice ci potrebbero essere tagli alle giornate lavorative dei forestali a prescindere dai contingenti, causa mancanza di fondi non indifferenti.

Una risposta che deve preoccupare tutti i lavoratori forestali.

Ma cosa sta succedendo all’interno dei palazzi della Regione Siciliana?

Ormai, è certo, ci sarà  il taglio del 40% alla spesa corrente dei fondi destinati ai forestali e ai consorzi di bonifica. siamo alla follia!!! gli assessori all’agricoltura e al territorio e ambiente, ci spieghino, adesso, come vogliono fare le riforme dei due comparti.

Questo è quanto vogliamo sapere, e, vogliono sapere tutti i lavoratori agricoli forestali in Sicilia, dopo questa doccia fredda, arrivata in piena pandemia e in piena crisi economica in Sicilia e nel mondo intero” conclude Arena.