Politica sui cookie

A Paternò dopo l’atto criminoso ai danni dell’ufficio postale di via Bellini la Ugl Comunicazioni poste invoca nuovamente il potenziamento della vigilanza

poste-italianeDopo l’ennesimo episodio criminoso ai danni dell’ufficio postale di via Bellini a Paternò, la federazione Ugl Comunicazioni poste di Catania ha scritto a Poste Italiane una nota per chiedere l’immediato ripristino della vigilanza armata in questo, come in altri sportelli ad elevato rischio presenti nella provincia.

“Al di là del fatto specifico, che comunque risulta non essere inedito in relazione allo stesso soggetto prontamente fermato dalle forze dell’ordine, che ringraziamo per il tempestivo intervento, rimane sempre l’allarme per ciò che in futuro potrà accadere in questa specifica filiale in assenza di adeguate ed urgenti contromisure – dichiara il segretario provinciale Simone Summa.

Questo ultimo campanello d’allarme evidenza l’esigenza di dover garantire la massima sicurezza ai lavoratori, che ovviamente sono scossi ed impauriti, nonché degli utenti del servizio di sportello di Poste Italiane. Chiediamo quindi una pronta risposta da parte dell’azienda, nel provvedere ad attivare l’indispensabile vigilanza davanti l’ufficio di Paternò e laddove si palesa la necessità di assicurare la tutela del personale e dell’utenza.

In mancanza di ciò – conclude Summa – ci rivolgeremo alle autorità competenti per chiedere il diritto alla sicurezza estrema dei luoghi di lavoro, come lo sono gli uffici postali”.