Politica sui cookie

Forestali. Ugl Sicilia, modernizzare il comparto senza inciuci si può

forestry-188305_960_720

“Ci è stata assicurata la copertura finanziaria per garantire nel 2018 tutte le giornate previste dalla legge con riferimento ai contingenti 151, 101, e 78”.

A dichiararlo Franco Arena, Segretario regionale Ugl agricoli e forestali Sicilia a margine dell’incontro di venerdì 6 luglio,  con gli assessori Edy Bandiera e  Salvatore Cordaro, rispettivamente Agricoltura e Territorio Ambiente e i due Dirigenti Generali, al quale ha partecipato con il dirigente sindacale Michele Folisi.

“Sul contratto integrativo regionale di lavoro (CIRL) abbiamo evidenziato molteplici criticità che non ci convincono – aggiunge il sindacalista – e così com’è stato redatto difficilmente potrà essere attuato; come Ugl abbiamo chiesto la riapertura del tavolo, dicendo basta alla stagione degli inciuci”.

“Le parti torneranno ad incontrarsi tra qualche settimana per definire le modalità applicative e per avviare un confronto sulla riforma del settore forestale – conclude Arena – come organizzazione sindacale abbiamo presentato una nostra proposta di riforma”.

“Il governo regionale del presidente Musumeci ha assunto con i siciliani l’impegno solenne di cambiare la Sicilia e di normalizzarla nel segno della discontinuità col passato a cominciare dalla modernizzazione del comparto dei forestali,  – dichiara Giuseppe Messina, Segretario Ugl Sicilia – e questo ci aspettiamo dagli assessori chiamati a gestire i processi, quel coraggio e determinazione che ad oggi non emergono con chiarezza nel quadro di una riforma fatta solo di annunci  e di un Cirl pasticciato dal precedente esecutivo Crocetta  e che oggi qualche ambiente del mondo dei lavoratori ne pretende l’applicazione, rischiando di trasformare un accordo preelettorale in regole da osservare per tutti”.