Politica sui cookie

EX PIP BACINO PALERMO, ALE UGL: “SITUAZIONE GRAVISSIMA, URGE INTERVENIRE SUBITO”

CASSIBBA

In data 27.04.2016 si è tenuto a Palermo   con i lavoratori ex Pip bacino Palermo,  un sit-in  organizzato da ALE Ugl  (il sindancato dei lavori emergenti), presso l’assessorato al Lavoro della regione Sicilia.

“La delegazione rappresentata dal Segretario Prov.le ALE Ugl di Palermo, e dal Dirigente sindacale  Franco Di Stefano  – si legge in una nota diramata dall’Ugl Terziaio e Ale Ugl  – ha potuto rappresentare ed esporre una serie di tematiche rimaste insolute e che meritano una seria e concreta attenzione”.

“L’Assessore Miccichè,  – ha dichiarato a margine del sit-in Gaetano Cassibba,  Reggente Provinciale ALE  Ugl di Palermo – che avendo apprezzato, anche se tardivamente, il confronto più volte richiesto su svariati argomenti quali,  la mancata ratifica della convenzione con l ‘INPS che blocca il pagamento degli stipendi e che a quanto si è appreso la Direzione Generale dell’Istituto di Previdenza ha convocato il Consiglio di Amministrazione per il 04.05.2016,  facendo slittare ancora il pagamento degli emolumenti con l’aggravante che i lavoratori non solo pagano a caro prezzo il ritardo ma dovranno pagare il servizio che l’Inps garantisce ai lavoratori cioè il pagamento del sussidio, con un aumento del doppio rispetto a quello che pagavano ( trattenuta nella busta paga a favore dell’inps passa da €4,50 a €9,00)”.

“Lo considererei un pizzo legalizzato – stigmatizza  Cassibba – verso chi percepisce un sussidio di circa € 600,00 al mese, inoltre come se non bastasse,  i lavoratori prestano la loro attività peraltro  riconosciuta per la loro professionalità, zelo, impegno, attività  importante e da supporto verso le varie Pubbliche Amministrazioni Regionali e sono senza una tutela contrattuale, sono privi di uno status di lavoratore legittimanente riconosciuto”

“ L’assenza di tutela li pone  – spiega – sotto uno stato di inferiorità rispetto ad altre categorie loro similari, per questo e si è insistito con l’Assessore perché quanto prima si possa pianificare e programmare una serie di incontri per trovare una soluzione tale che consenta di soddisfare, gratificare e tranquillizzare i lavoratori.

“L’impegno assunto –  aggiunge il sindacalista  –  è che nei prossimi giorni l’assessore avrebbe dato comunicazione sulla questione inps e iniziare a datare gli incontri successivi, la nostra organizzazione sindacale  veglierà sull’operato dell’attività dell’assessorato e valuterà opportunamente con i lavoratori le prossime iniziative sindacali se non si avranno risposte certe e serie sulle questioni esposte nell’incontro”

“Preme denunciare  – conclude – come l’esasperazione dei lavoratori sia ormai arrivata all’insopportabilità del modo con cui vengono trattati, emarginati e isolati, non a caso un lavoratore iscritto all’Ug ha attentato alla propria vita, lo stesso  si trova ricoverato e in gravi condizioni, bisogna, siamo arrivati all’assurdo, proprio per evitare eventi futuri estremi e drammatici si invita il governo regionale a tenere conto di una realtà palermitana  che merita attenzione e riconoscimento del proprio contributo che dà verso la pubblica amministrazione”.