Politica sui cookie

Disabilità. La Ugl di Catania soddisfatta per la dichiarazione di essenzialità dei servizi socio – assistenziali per i disabili, Cataldo: “La Regione non abbassi la guardia sui protocolli dopo il buon lavoro fatto”

disabilita
Il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri dello scorso 4 Novembre, demandando alle Regioni il compito di stabilire appositi protocolli per il rispetto delle disposizioni per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19, conferma di fatto quanto già previsto dalla Legge n° 77 del 17 luglio in materia di essenzialità dei servizi socio – sanitari per persone disabili.
Una notizia accolta con favore dal responsabile per le politiche della disabilità della Ugl di Catania, Gabriele Cataldo, che allo stesso tempo apprezza il buon lavoro fatto fino ad oggi dalla Regione Siciliana per il mantenimento in attività delle strutture pubbliche e private in convenzione.
“Dopo quanto accaduto la scorsa primavera e la progressiva riapertura in sicurezza dei centri di riabilitazione ed assistenziali, anche in Sicilia, la garanzia che gli stessi sono stati equiparati al servizio pubblico essenziale è motivo di speranza per centinaia di bambini, adolescenti e adulti catanesi che ogni giorno frequentano i punti presenti in provincia. Ci affidiamo, nelle mani del presidente della Regione Nello Musumeci e dell’assessore regionale della Salute Ruggero Razza – conclude Cataldo – affinchè, in un momento come quello che stiamo vivendo, sui protocolli non venga abbassata la guardia per assicurare la continua erogazione di queste importanti attività a protezione e cura dei più sfortunati.”