Politica sui cookie

Circo. Virzì (Ugl): “Non dimentichiamoci della comunità circense patrimonio culturale”

filippo-virzi-ugl-circo

“Una realtà lavorativa che esiste, una comunità quella circense presente nel Paese, anche lo spettacolo viaggiante deve essere tutelato e non dimenticato”

A dirlo è Filippo Virzì dell’Ugl creativi.

“Noi dell’Ugl creativi siamo la voce della cultura, siamo sempre più impegnati sul fronte del cinema, teatro e dell’arte  – spiega  Virzì –  non dobbiamo perdere di vista il magico mondo del circo,  i tendoni sono smontati gli artisti non lavorano e i mezzi  stazionano senza produrre spettacoli in alcune città d’Italia uno spettacolo desolante, si sostengono solo  costi e senza alcun ricavo a causa dell’azzeramento degli spettacoli,  una situazione insostenibile  anche per via degli animali che necessitano di cure continue con altissimi costi non ammortizzati”.

“Il Circo  a nostro avviso –  conclude Virzì –  va tutelato e custodito come patrimonio culturale  è stato duramente colpito dalla crisi pandemica da Covid 19 ma nessuno ne parla,  per la ripartenza necessita  la giusta spinta da parte del governo nazionale in termini di agevolazioni fiscali e ristori economici ed un’attenzione maggiore”.