Politica sui cookie

Comune di Palermo. Orlando: i “diritti acquisiti, legittimi e intoccabili” dei dipendenti precari, non lo sono per i suoi uffici

Patrizia Biagi (UGL)

Patrizia Biagi (UGL)

“Se c’è qualcuno che non sa cosa faccia la mano destra e cosa faccia la mano sinistra è proprio il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Apprendiamo dalla stampa le dichiarazioni del primo cittadino nella giornata di martedì 5 febbraio a proposito dei rilievi sollevati dagli ispettori del MEF :”gli ispettori del MEF hanno fatto una ispezione ma non conoscono le leggi dello stato, della regione e neppure cosa fa il Loro vicino d’ufficio”.

Questo è quanto dichiarato  in una nota stampa  dai Dirigenti del Sindacato Ugl, Patrizia Biagi e Daniele Galici,  RSU  al Comune di Palermo.

Nella stessa  nota stampa i sindacalisti aggiungo: “In riferimento invece alla difesa dei diritti dei precari stabilizzati del comune, il sindaco ha dichiarato: <<I loro sono diritti acquisiti, legittimi e intoccabili>>.

“Sono i suoi uffici che smentiscono il sindaco di Palermo!

La smentita si evince in una nota di risposta inviata dal Comune di Palermo-Ufficio risorse umane, in merito ad una diffida da parte dall’Ugl, con riferimento al procedimento concluso nel 2017 con l’esame degli orali, dal settore risorse umane del Comune a proposito di un bando pubblicato ed espletato ed a cui deve solo far seguito la firma del contratto.

 La nota del comune sostiene che è facoltà dell’amministrazione e non un ‘diritto acquisito, legittimo ed intoccabile’ come invece dichiarerebbe il sindaco.

Delle due l’una: o il sindaco di Palermo dice cose non vere, o gli uffici negano i  <<‘diritti acquisiti, legittimi e intoccabili>>… o è terrorismo”?!